Accedi

Ho dimenticato la password

Registrati Gratis


Badges Disponibili
Diventa Staff
Ti piacerebbe entrare a far parte del team di questo fansite? Inviaci ora la tua candidatura, clicca su questa icona:
Buona fortuna!
Ultimi Distintivi
Top 10 della Settimana
l.u.n.a9011 Messaggi - 22%
symon969 Messaggi - 18%
HabbolifeForum6 Messaggi - 12%
Raul0074 Messaggi - 8%
mar-mar4 Messaggi - 8%
Jholo4 Messaggi - 8%
antonio936713 Messaggi - 6%
Games Hub3 Messaggi - 6%
,Miel3 Messaggi - 6%
.ShinzO.3 Messaggi - 6%

Cerca
 

Risultati per:

 

Link Partners



» Link Partners

Rispondi


Intestino in miniatura

Messaggio Da qstefanop16 Gio 17 Set 2020 - 11:05

Riprodotto su chip un intestino in miniatura che si sviluppa e funziona come quello vero: è stato realizzato grazie a una nuova tecnica di bioingegneria che permette di 'guidare' le cellule staminali in modo che formino un organoide quanto più simile all'organo naturale. Il risultato è pubblicato su Nature dai ricercatori del Politecnico federale di Losanna e permetterà di generare modelli di laboratorio sempre più realistici con cui studiare le malattie e testare nuove cure.                                                                                                    
Intestino in miniatura 8OIB93b
Il mini-intestino su chip, con le staminali evidenziate in rosa

I ricercatori guidati da Matthias Lutolf hanno usato il laser per 'scolpire' un'impalcatura tubulare (simile alla forma dell'intestino tenue) fatta di idrogel, un intreccio gelatinoso di proteine tipiche della matrice che avvolge e supporta le cellule intestinali. Su questo substrato hanno poi 'seminato' le staminali, che nel giro di poche ore si sono organizzate autonomamente per formare uno strato continuo di cellule con la classica struttura a villi e cripte che caratterizza l'epitelio intestinale.

"E' come se la geometria dell'impalcatura di idrogel, con le sue cavità a forma di cripta, influenzasse direttamente il comportamento delle staminali, in modo che si conservino nelle cavità e si differenzino nelle aree esterne, proprio come nel tessuto nativo", spiega Lutolf. Le cellule non adottano solo la forma dell'impalcatura, ma capiscono anche come differenziarsi nei diversi tipi cellulari a seconda della loro posizione, producendo perfino rare tipologie che normalmente non si osservano negli organoidi. Il mini-intestino è coltivato su un chip (definito 'microfluidico') che garantisce una circolazione controllata di fluidi attraverso dei microscopici canali: ciò permette di rimuovere le cellule intestinali morte impedendo che si accumulino. Il sistema ha già dimostrato di rigenerarsi in caso di danno, proprio come il vero epitelio intestinale; inoltre può essere impiegato per studiare le malattie infiammatorie e il rapporto con la flora batterica.
qstefanop16
qstefanop16

Reporter

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : qstefanop16
<b>Messaggi</b> Messaggi : 570

Re: Intestino in miniatura

Messaggio Da Kai Gio 17 Set 2020 - 14:26

Oh mio dio Intestino in miniatura 161826536
Kai
Kai

Utente Liv.2

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : MattStriker7
<b>Messaggi</b> Messaggi : 245

Re: Intestino in miniatura

Messaggio Da Mattia Gio 17 Set 2020 - 17:15

Woow
Mattia
Mattia

Fondatore

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : kaselli
<b>Messaggi</b> Messaggi : 75199

Visualizza l'argomento precedente Visualizza l'argomento successivo Torna in alto



Siamo su:
Regolamento