Accedi

Ho dimenticato la password

Registrati Gratis


Badges Disponibili
Diventa Staff
Ti piacerebbe entrare a far parte del team di questo fansite? Inviaci ora la tua candidatura, clicca su questa icona:
Buona fortuna!
Ultimi Distintivi
Top 10 della Settimana
Mattia18 Messaggi - 23%
SimonMatri14 Messaggi - 18%
l.u.n.a9013 Messaggi - 16%
symon9611 Messaggi - 14%
olirap5 Messaggi - 6%
PiccolaGerry5 Messaggi - 6%
,Kal4 Messaggi - 5%
HabbolifeForum3 Messaggi - 4%
Visyz3 Messaggi - 4%
.ShinzO.3 Messaggi - 4%

Cerca
 

Risultati per:

 

Link Partners



» Link Partners

Rispondi


Pandemie prosperano quando la natura viene alterata o distrutta

Messaggio Da Giacom01 il Sab 15 Ago 2020 - 15:20

Le pandemie trasmesse dalla fauna selvatica prosperano quando la natura viene alterata o distrutta

Pandemie prosperano quando la natura viene alterata o distrutta Monkey10

Gli animali che veicolano malattie infettive pericolose per l'uomo, come Covid-19 o Ebola, sono più numerosi negli ecosistemi alterati dalle attività umane rispetto agli ecosistemi incontaminati: il fenomeno riguarda in particolar modo alcuni pipistrelli, roditori e uccelli passeriformi. Lo dimostrano i dati raccolti in sei continenti dagli esperti del Centro per la ricerca sull'ambiente e la biodiversità dell'University College di Londra.

I risultati, pubblicati sulla rivista Nature, mostrano la necessità di una sorveglianza più attenta in quelle aree del mondo in cui gli habitat naturali sono minacciati dall'avanzamento di città e coltivazioni. «Il modo in cui gli umani cambiano il paesaggio, ad esempio trasformando una foresta in un terreno agricolo, ha un impatto significativo su molte specie animali selvatiche: alcune vanno incontro al declino, mentre altre persistono o proliferano», spiega il coordinatore dello studio, Rory Gibb. Analizzando i dati relativi a quasi 7.000 specie di tutto il mondo, di cui 376 note come vettori di malattie pericolose per l'uomo, è emersa la prova che conferma quanto si sospettava già da tempo.

«Gli animali che restano negli ambienti più antropizzati - afferma Gibb - sono quelli che hanno più probabilità di portare malattie infettive in grado di far ammalare le persone». «Considerando che nei prossimi decenni terreni agricoli e aree urbane continueranno a espandersi - commenta l'ecologa Kate Jones - dovremmo rafforzare il monitoraggio delle malattie e i rifornimenti sanitari in quelle aree che stanno andando incontro a una pesante alterazione del territorio, dato che hanno una crescente probabilità di ospitare animali portatori di patogeni pericolosi».
(fonte Il secolo XIX)
Giacom01
Giacom01

Reporter

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : G101
<b>Messaggi</b> Messaggi : 5690

Re: Pandemie prosperano quando la natura viene alterata o distrutta

Messaggio Da Mattia il Mer 26 Ago 2020 - 12:10

Questo ci insegna che bisogna sempre rispettare la natura
Mattia
Mattia

Fondatore

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : kaselli
<b>Messaggi</b> Messaggi : 73894

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto



Siamo su:
Regolamento