Accedi

Ho dimenticato la password

Registrati Gratis


Badges Disponibili
Competizioni e LifeBet
Ultimi Distintivi
Top 10 della Settimana
symon9639 Messaggi - 21%
Habbolife Games33 Messaggi - 18%
l.u.n.a9024 Messaggi - 13%
Andrea.23 Messaggi - 12%
Zteve15 Messaggi - 8%
PiccolaGerry12 Messaggi - 6%
,Kal11 Messaggi - 6%
Consuelo_10 Messaggi - 5%
mar-mar9 Messaggi - 5%
Piuccia17229 Messaggi - 5%

Cerca
 

Risultati per:

 

Link Partners



» Link Partners

Rispondi all'argomento


Morire di insonnia è possibile

Messaggio Da cacciavite40Pop il Dom 19 Apr 2015 - 18:16

D’insonnia si può morire, e non è certo una delle fini migliori che si possano fare. Nel mondo i casi osservati sono 200, tra cui 5 in Italia. A uccidere non è, tuttavia, una tipica (e reversibile) insonnia, ma un’insonnia familiare, rarissima malattia mortale. 

Si tratta di una patologia degenerativa del cervello, che si manifesta una volta superati i 50 anni e ha origine nei geni. Appartiene al gruppo delle encefalopatie spongiformi, e consiste nel fatto che, a causa di alterazioni nelle proteine cosiddette prioniche, si registrano degli accumuli a livello cerebrale; il talamo, la zona del cervello che regola il ciclo sonno-veglia, entra così in tilt. La sintomatologia è da brividi: sudorazione continua, tremore, decadimento cognitivo, insonnia totale e cronica, disturbi del comportamento. Infine giunge la morte, in un arco di tempo che va dai 6 mesi a i 2 anni.

Se si riuscirà a curare questa terribile malattia, tuttavia, sarà probabilmente grazie ai meriti di un medico trevigiano, Ignazio Roiter, che nel 1984 ne ha individuato la causa. È stato proprio Roiter, infatti, osservando la malattia in alcuni suoi parenti, a ricostruire il tipo di ereditarietà e a individuare la responsabilità nel talamo. Sulle sue tracce, oggi, i ricercatori dell’Istituto Mario Negri di Milano hanno messo a punto un modello animale, che consentirà di studiare in maniera più approfondita questa malattia.

Per una cura si dovrà ancora attendere, anche se, da quanto emerge in alcuni studi, un antibiotico conosciuto col nome di doxociclina potrebbe avere un ruolo preventivo e inibire lo sviluppo di questa malattia.


avatar
cacciavite40Pop

Utente Storico

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : cacciavite40Pop
<b>Messaggi</b> Messaggi : 1980
<b>Likes</b> Likes : 24

Re: Morire di insonnia è possibile

Messaggio Da MegaMUSTAFA il Dom 19 Apr 2015 - 18:31

whattt
avatar
MegaMUSTAFA

Utente Storico

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : MegaMUSTAFA
<b>Messaggi</b> Messaggi : 6338
<b>Likes</b> Likes : 47

Re: Morire di insonnia è possibile

Messaggio Da Andrea. il Dom 19 Apr 2015 - 20:01

ANSIAAAA ahahaha
avatar
Andrea.

Admin

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : patriziaBaby
<b>Messaggi</b> Messaggi : 12955
<b>Likes</b> Likes : 435

Re: Morire di insonnia è possibile

Messaggio Da nikiniki7 il Dom 19 Apr 2015 - 22:37

Oddio che brutta cosa 
avatar
nikiniki7

Utente Storico

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : Nikoligno7
<b>Messaggi</b> Messaggi : 960
<b>Likes</b> Likes : 4

Re: Morire di insonnia è possibile

Messaggio Da Simone il Dom 19 Apr 2015 - 22:59

è raro alla fine... comunque si potrebbe morire anche durante un sogno
avatar
Simone

Moderatore

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : Draithblue
<b>Messaggi</b> Messaggi : 12328
<b>Likes</b> Likes : 683

Re: Morire di insonnia è possibile

Messaggio Da Steve il Dom 19 Apr 2015 - 23:09

wa
avatar
Steve

Utente Storico

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : xXYUMAXx
<b>Messaggi</b> Messaggi : 7057
<b>Likes</b> Likes : 106

Re: Morire di insonnia è possibile

Messaggio Da Mattia il Lun 20 Apr 2015 - 17:44

Cavolo, ma comunque già è raro
avatar
Mattia

Fondatore

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : kaselli
<b>Messaggi</b> Messaggi : 68191
<b>Likes</b> Likes : 994

Re: Morire di insonnia è possibile

Messaggio Da Nico-Idv il Gio 23 Apr 2015 - 21:20

Ommamma.
avatar
Nico-Idv

Reporter

<b>Nome Habbo</b> Nome Habbo : Nico-Idv
<b>Messaggi</b> Messaggi : 17504
<b>Likes</b> Likes : 262

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto



Siamo su:
Regolamento